Liguori a Piazza Giallorossa conferma Tumminello

Corrado Liguori vicepresidente del Lecce a Piazza Giallorossa
Ottica Salomi

LECCE (di M.C.) – Nella città barocca “calcistica” è cambiato il vento, da matricola in cadetteria dopo sei anni di inferno nella terza serie a realtà della serie B; al Lecce è bastato un girone per capire che si può ambire a qualcosina in più rispetto alla salvezza.

Con il Benevento nella prima di ritorno, nonostante il pareggio e avrebbe meritato la vittoria, la squadra di Liverani, ha mostrato i muscoli e mantenuto un vantaggio nei confronti dei sanniti, squadra partita per ammazzare il campionato.
Ne ha parlato il vicepresidente del Lecce Corrado Liguori a Piazza Giallorossa, nella puntata 1461, su TeleRama che ha poi parlato di mercato e del prossimo incontro con la Salernitana.

Mancosu, esultanza dopo il gol al Benevento

La classifica con tutte le squadre che hanno riposato dice che abbiamo un punto in più rispetto al Benevento. Il girone di ritorno è iniziato come lo scorso anno, quando pareggiammo a Trapani prima della sosta e poi pareggiamo in casa con il Catania 1-1, guarda caso a La Spezia 1-1 e 1-1 col Benevento, più o meno con squadre con simili aspettative. Con il Benevento, in effetti due gare, andata e ritorno in pareggio, ci sono però due differenze, a Benevento il pareggio è stato accolto in modo diverso, ad inizio era considerata la squadra superiore anche al Palermo, quindi il risultato dell’andata ha lasciato amaro in bocca ma tutti abbiamo detto che avremmo messo la firma prima della gara. Nella partita dell’altro ieri, il pari, lascia l’amaro in bocca perché il Lecce ha dimostrato forza in tutti i momenti della gara, abbiamo dato per 75 minuti la sensazione di essere una squadra consapevole di essere più forte del Benevento, è l’auspicio migliore per iniziare il girone di ritorno”.

Un Lecce completamente nuovo che ormai ha ben poco della squadra che l’anno scorso ha vinto il campionato e tra le tante cessioni l’ultima in ordine di tempo è quella di Armellino autore del gol promozione contro la Paganese in quel 29 aprile, e il vicepresidente ringrazia tutti: “Ringrazio sia Marco che tutti gli altri ragazzi che hanno lasciato Lecce, se ci troviamo in B una parte del merito è anche loro, sono elementi che hanno contribuito al percorso di crescita e li ringrazio non solo per quello che hanno dato in campo ma anche per l’intelligenza che hanno avuto nel gestire tante situazioni nello spogliatoio, in bocca al lupo a nome e della società”.

Poi parla di Lucioni, argomento che ha tenuto banco nelle ultime settimane: “Abbiamo deciso di rinunciare perché per noi rappresenta un elemento imprescindibile su basi solide, il calciatore ha manifestato la volontà di rimanere a Lecce e noi ne siamo felicissimi”.

Un calciomercato che porterà a Lecce un altro attaccante e il nome più gettonato è quello di Marco Tumminello,  classe ’98 di proprietà dell’Atalanta, Liguori risponde in maniera chiara: “Quale attaccante attaccante preferirei? Tumminello, perché è un giovane… mi risulta che la trattativa è in stato avanzato a meno di grossi impedimenti possa diventare un calciatore del Lecce, la trattativa è ben impostata” .

Inoltre in arrivo potrebbe esserci Guiebre del Rimini e nel caso in cui dovesse uscire Pettinari arriverebbe un altro attaccante, interessa Pucciarelli.

Infine sabato si va a Salerno, e non sarà una gara semplice: “La Salernitana è andata a vincere su un campo dove non si vinceva da tanto tempo, una squadra che ha dei valori importanti, massimo rispetto per loro, sarà una partita come tutte serie B, equilibrata, poi ci potrebbe essere l’episodio che cambia tutto”.

Si scende in campo alle 18:00 allo stadio Arechi per la seconda giornata di ritorno del campionato di serie B, continua il percorso di questo Lecce che vuole continuare a stupire.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*