Prove tecniche: si incontrano civici del centrodestra

LECCE- Se ancora non è confermata la ricandidatura di Salvemini in ticket con Delli Noci, al centrosinistra non resta che attendere che venga sciolta la riserva rispetto a questa prima ipotesi. Per il centrodestra, invece, sono stati avviati gli incontri in vista dell’appuntamento elettorale a Lecce del 26 maggio.

Se nel week è stata la volta dei 17 dimissionari che in conferenza stampa hanno accolto lo scioglimento del consiglio con pasticciotti e champagne, nel primo giorno della settimana si è tenuto il summit dei civici del centro destra, oltre al tavolo di Forza Italia.

Hanno partecipato all’incontro, voluto dal coordinatore cittadino del Movimento Regione Salento Giulio Serafino, Fernando Greco per Movimenti, Stefano Netti di Sentire Civico, Erika Errico di Andare Oltre, Antonio Lamosa per il Movimento Popolare Leccese, Massimo Tessitore per  Nuovo Umanesimo e Luca Russo per Movimento in libertà.

Si è trattato di un primo step conoscitivo a cui ne seguiranno altri. Parola d’ordine: aprire il dialogo a tutti, a condizione che si rispettino le linee del polo civico, quelle di cambiamento e rinnovamento. A Lecce – è la tesi – serve un deciso e netto cambio di marcia, nei metodi e nei volti. È forte l’auspicio di rinnovamento da parte di tutte le sigle civiche: un rinnovamento nei metodi, nelle scelte, nelle priorità, ma che non può prescindere anche da un rinnovamento della classe dirigente. È finito il tempo di amici e parenti, secondo i civici: con la politica del passato c’è da operare una cesura netta.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*