Matteo: un sorriso che illumina

LECCE – Gli piacciono i videogiochi, smanettare un po’ con il telefono prima di andare a dormire, guardare la tv. Frequenta il primo superiore, la sua materia preferita è la Storia, quella che sarebbe meglio se non ci fosse, la Matematica. Ah.. non meno importante: tifa Lecce, la squadra della sua città. Descrizione perfetta di un 14enne dei giorni nostri.

Lui è Matteo, sguardo irresistibile e un sorrisone che illumina ogni cosa e persona intorno.

Se, però, tutti questi aspetti vi sembrano ordinari per un ragazzino della sua età, qualcosa di raro è arrivato, senza essere invitato e con prepotenza, nella sua vita.

Una patologia rara, che gli ha tolto l’uso delle gambe quando era piccolo. Una malattia neuromuscolare, che ora lo costringe sulla sedia a rotelle. Ma niente paura: Matteo non si fa fermare da niente e nessuno. A combattere con lui ci sono mamma Maria, papà Paolo e la sorella minore Francesca, di 11 anni. Matteo cresce grande e forte e, per questo, gli spostamenti, anche il semplice andare a scuola ogni mattina, sono difficoltosi. La sedia a rotelle elettrica pesa troppo ed è ingombrante; per questo, per la maggior parte del tempo, è costretto a utilizzare l’altra che, però, lo rende molto meno autonomo. Ecco perché lui stesso, incontrando e vedendo in tv le automobili che dona CuoreAmico Progetto salento Solidarietà, quelle speciali, con una pedana che consente il trasporto in tutta comodità e senza traumi a chi è in sedia a rotelle, ha proposto ai suoi genitori di provarci.

Siamo certi che anche per Matteo i salentini ci saranno. Questa famiglia può contare sul grande cuore di questa terra. Ve lo chiede lui, che dice: “Mi raccomando!”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*