Pochi feriti e molti ubriachi: così il Salento saluta il 2019

doc cantina salice

SALENTO – Ferito ad un occhio dall’esplosione di un petardo che lo ha investito in pieno volto. Nella notte che dà il benvenuto al nuovo anno si registrano, come sempre, gli incidenti dovuti all’uso imprudente dei botti.

Il 118 è arrivato a Leverano in via Pascoli, dove nei pressi di un bar erano in corso il festeggiamenti. Mezzanotte era passata da 20 minuti quando l’uomo, un 42enne è rimasto ferito. L’esplosione gli ha provocato delle lesioni all’occhio sinistro ed è stato necessario il trasporto al vito fazzi, dove è ora ricoverato.

Il bilancio più grave si è registrato a Brindisi: 5 le persone finite in ospedale per ustioni alle mani e tra queste un ragazzo di 16 anni. Sono arrivati negli ospedali di Brindisi, Ostuni e Francavilla Fontana dopo la mezzanotte in condizioni fortunatamente non gravi.

Un bilancio decisamente positivo rispetto agli scorsi anni: evidentemente le campagne di prevenzione e le ordinanze di moltissimi sindaci, tra cui quelli capoluogo, che vietano l’uso dei botti, portano i risultati.

Nel brindisino tre auto si sono incendiate a causa dei fuochi pirotecnici e i vigili del fuoco hanno lavorato per spegnere le fiamme. Niente in confronto a quanto accaduto a Taranto, dove in alcuni casi sono stati fatti esplodere veri e propri ordigni che hanno mandato in frantumi i portoni, come accaduto in via Umbria, e incendiato decine di cassonetti.

Super lavoro a Lecce per la centrale opertiva del 118. Dalle 21 del 31 sino alle 7 del mattino 94 in tutto gli interventi effettuati per prestare soccorso alle persone. Tra questi una quindicina ha riguardato casi di persone in stato di ebrezza alcolica.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*