Giustizia e favori: stop a due avvocati coinvolti nell’inchiesta

LECCE- Da Potenza arrivano i provvedimenti a carico di due degli avvocati coinvolti nell’inchiesta sui presunti favori nel mondo della giustizia leccese. Sono stati disposti dal gip Amerigo Palma sulla base della possibilità di reiterazione del reato. Il primo riguarda la sospensione dall’esercizio dell’attività forense per un anno per l’avvocatessa Federica Nestola, 32 anni di Copertino. Secondo gli inquirenti si rivolse al Pm Emilio Arnesano per un aiuto per superare l’esame  di abilitazione alla professione. Secondo il gip di Potenza la donna ” Ha dimostrato di essere un soggetto disposto a tutto pur di fare carriera”.

Interdetto da componente del Consiglio Distrettuale di Disciplina per due mesi l’avvocato Augusto Conte, 77 anni di Ceglie Messapica. L’episodio che lo vede coinvolto riguarda, secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti, il tentativo operato dal pm Arnesano di bloccare, attraverso lui, un procedimento disciplinare a carico dell’avvocatessa Manuela Carbone.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*