Il vescovo: Natale è fratellanza. Gesti concreti di amore e di perdono

LECCE – Nell’omelia della santa messa di Natale celebrata in un duomo di Lecce gremito, l’arcivescovo, mons. Michele Seccia, parla del Verbo che si è fatto carne, di Dio che si rivela e ci ricorda: “Tu sei mio figlio”. E, quindi, siamo tutti fratelli. Parla del prossimo, il vescovo: “Solidarietà è farsi prossimo. Prossimo non sono solo coloro ai quali facciamo del bene, ma coloro ai quali ci facciamo vicino per condividere le esperienze. La fratellanza ci unisce. E allora il mio augurio è che sappiamo ciò che facciamo, che celebriamo il Natale guardando a Cristo, esaltando la sua parola, che torniamo a Lui con la carità, la solidarietà, con gesti concreti di amore e di perdono”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*