La verità di Guadagnolo sul dissesto che “si doveva evitare”

TARANTO- Dal 1985 al 1990 è stato sindaco di Taranto, dal 2001 al 2006 difensore civico del Comune. Oggi dice la sua verità sul dissesto del capoluogo ionico. “Un dissesto che poteva e doveva essere evitato”. Mario Guadagnolo presenta, in un Salone degli Specchi di Palazzo di Città gremito, il suo libro “Taranto: tutta la verità su dissesto” con prefazione di Adriana Poli Bortone. E in prima fila c’era Rossana Di Bello, colei che era sindaco -di centrodestra- al secondo mandato quando, nel 2006, rassegnò le dimissioni qualche mese prima che il commissario prefettizio Blonda dichiarasse il dissesto. Per questo Guadagnolo non punta il dito contro la Sinistra di allora, o meglio: loro sbagliarono perché volevano a tutti i costi distruggre l’amministrazione Di Bello e quindi non guardarono al bene della città, ma l’errore fu, secondo lui, proprio del commissario.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*