Lecce-Cremonese: attacco più forte contro difesa meno battuta. Rinforzo in porta per i grigiorossi

Ottica Salomi

LECCE (di M.C.) – Fine settimana di sosta per i campionati, settimana di riflessioni e di lavoro per farsi trovare pronti nel migliore dei modi al rientro; i giallorossi continuano la preparazione tra il quartier generale di Martignano e l’Acaya Golf Club.

Liverani, tranne Pettinari, dovrebbe avere a disposizione tutti gli altri, anche se è impensabile lontanamente che possa esserci un utilizzo di Riccardi che seppur sia rientrato in gruppo, dopo il calvario dell’infortunio al crociato e rispettivo intervento, ha bisogno di tempo per ritrovare sicurezza e forma fisica per vincere l’impatto con un nuovo contrasto ma deve recuperare i giusti automatismi e schemi motori perduti con l’intervento e con l’inabilità. Diverso è il discorso per Bovo che sarà abile e arruolabile ma sul suo possibile impiego dal primo minuto Liverani potrebbe temporeggiare per cautela e mandare in campo Lucioni e Meccariello al centro della difesa, concedendo a Bovo un graduale inserimento e minutaggio.

L’avversario di turno sarà la Cremonese di Rastelli subentrato a Mandorlini. I grigiorossi, arriveranno forti della vittoria nell’ultimo turno contro il Livorno con un gol di Brighenti; hanno 15 punti in classifica e con 8 gol subiti vantano la miglior difesa del campionato al pari del Cittadella ma ne hanno segnati soltanto 11 e cioè la metà del Lecce che con 22 gol siglati è la squadra più prolifica del campionato insieme al Brescia.

L’attacco più forte contro la difesa meno battuta, moduli più o meno simili, 4-3-1-2 per Liverani, 4-3-2-1 per Rastelli che conta di riavere Montalto tra i convocati dopo 3 mesi dall’infortunio al malleolo della gara d’esordio contro il Pescara.

I grigiorossi continuano il loro lavoro sui campi del centro sportivo “Giovanni Arvedi”, in differenziato oltre Montalto anche Arini e Paulinho. Primo allenamento per il nuovo arrivato, il rinforzo di qualità tra i pali, il portiere Agazzi; assente Castrovilli impegnato con l’Under 21 di Di Biagio.

C’è ancora una settimana prima della gara, c’è ancora una settimana per i due tecnici per studiare le strategie giuste e per regalare al pubblico un grande spettacolo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*