28enne morì in un incidente: nessun colpevole

LECCE – Le ruote del suo scooter Piaggio Liberty finirono contro un Fiat Doblò, sulla Lecce – Frigle. Per l’incidente che costò la vita al 28enne Simone Restia, deceduto, mentre rientrava in casa dopo un turno di notte un fabbrica, alle sei del mattino, non c’è nessun colpevole. Il guidice, ha infatti assolto il 39enne di Lizzanello che era alla guida del furgone. Sul posto, quella drammatica mattina, arrivarono i Carabinieri ed i vigili urbani di Lecce che eseguirono i rilievi. Simone abitava a Frigole. E’ da qui che il Doblò proveniva. Nel senso opposto di marcia e doveva svoltare. Il 28enne se ne accorse, ma probabilmente troppo tardi. I carabinieri trovarono una lunga frenata per terra, ma l’impatto fu inevitabile. Simone finì sotto le ruote. Aveva il casco allacciato, ad ucciderlo, sul colpo, probabilmente un trauma toracico.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*