Presunto rapimento in centro, al vaglio testimonianza bimbo

doc cantina salice

LECCE – Clima teso e bocche cucite per non intralciare le indagini. Subito dopo la denuncia, gli agenti della Questura hanno acquisito tutti i filmati di videosorveglianza di Piazza Sant’Oronzo, lì dove sarebbe avvenuto il presunto rapimento di un bambino di 4 anni, così come la madre ha denunciato lunedì mattina. Sarà la Procura a fare luce sulla vicenda.

La Questura precisa intanto che le indagini sono in corso e nulla è stato detto o può essere detto in merito alle immagini che in queste ore si stanno analizzando, per ricostruire dettagliatamente cosa sia accaduto. “La faccenda è delicata -precisano da viale Otranto- ci esprimeremo solo a indagini concluse. In merito ai filmati non abbiamo detto e non possiamo dire nulla”.

La madre in mattinata è tornata in Questura, dove è stato messo nero su bianco anche quanto il bambino le ha riferito nelle ore successive: “Andiamo a casa”, questo gli avrebbe detto l’uomo che, sollevandolo da terra per il braccio, lo avrebbe trascinato con sè in direzione Palazzo Carafa. Una dichiarazione messa agli atti e che, stando a quanto riferito dalla donna, avrebbero ascoltato anche i ragazzini testimoni della scena e che le avrebbero riferito tornando indietro a soccorrerla. Sarebbero stati infatti proprio loro a invitarla a chiamare subito la Polizia, definendosi scioccati dall’episodio. La loro testimonianza, ad oggi, sarebbe cruciale. Si spera anche in quella.

Il fatto, si legge nella denuncia, si è consumato in pochi minuti concitati. Stando a quanto trapela, i filmati visionati ad oggi immortalano questo: la donna esce dal tabbaccaio poco prima dell’angolo tra Via Augusto Imperatore Adriano e Piazza Sant’Oronzo, volge lo sguardo a destra e inizia a correre verso l’imbocco della piazza. Dietro di lei un gruppo di persone che erano in sua compagnia. A quel punto un gruppo di passanti inibisce la visuale dell’arrivo della donna a destinazione e ne riprende, però, il ritorno con il bimbo in braccio. Si vede infine un gruppo di ragazzi correre improvvisamente verso di lei ed intrattenersi per qualche minuto. La scena è ripresa di spalle, adesso si cercano riprese da altre prospettive.

E.Fio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*