Docente leccese accoltellato e bruciato a Bergamo

BERGAMO – È stato ucciso a coltellate e poi bruciato. Un fine terribile quella del docente di origini leccesi Cosimo Errico, di 58 anni. Il corpo dell’insegnante residente a Bergamo, e’ stato trovato carbonizzato di prima mattina nella sede della Cascina dei fiori che gestiva. A trovare il corpo dell’uomo è stato il figlio. Da mercoledì sera mancava da casa. Era uscito e non aveva più fatto ritorno e non rispondeva al telefono da ore. Per questo la moglie, allarmata, ha chiesto al figlio di andarlo a cercare. Secondo i carabinieri non c’è dubbio che si sia trattato di un omicidio anche se i soccorritori, in un primo momento, avevano ipotizzato un incidente causato da una folgorazione conseguenza di un corto circuito, visto che nella struttura, al confine con Borgo di Terzo, era saltata la corrente. L’uomo, professore di Biotecnologia all’Istituto Natta di Bergamo, gestiva la Cascina dei Fiori, fattoria didattica dove svolgeva attivita’ per bambini e organizzava feste, a Entratico, in via Chiosi. Ora indagano i carabinieri del Nucleo investigativo di Bergamo. Tutta la struttura è stata sigillata per i rilievi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*