“Capire per crescere”, tra scienza e tecnologia

LECCE- Si chiama “Capire per crescere”   il progetto durato quasi due anni per la promozione della cultura tecnico-scientifica nelle scuole di ogni ordine e grado, e che ha  coinvolto gli studenti con iniziative basate sull’esperienza diretta. Nell’ambito del progetto, promosso dall’Istituto Pasteur Italia, in collaborazione con il Miur, l’Assessorato regionale all’Istruzione e l’Ufficio Scolastico Regionale, sono stati cinque i laboratori mobili allestiti e utilizzati negli istituti scolastici che hanno aderito al progetto. “Le postazioni donate dall’Istituto Pasteur sono situate all’interno delle aule scientifiche degli istituti comprensivi e delle scuole superiori coinvolte nell’iniziativa, ma saranno aperte a tutta la comunità scolastica del territorio. – afferma l’assessore con delega all’Istruzione Sebastiano Leo – Questa iniziativa vede protagonisti il Polo 1 di Copertino, l’IC “Elisa Springer” di Surbo, l’IISS “Giannelli” di Parabita e il Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Maglie e il Comune di Andrano, che ha ospitato anche quest’anno la “Festa della Scienza”, per la divulgazione della cultura scientifica tra i più piccoli, attraverso attività laboratoriali ed esperienziali”.

Obiettivo dell’iniziativa quello di  valorizzare la consapevolezza dell’importanza della scienza e della tecnologia per la vita quotidiana. “Regione Puglia ha supportato il progetto “Capire per crescere” e promosso in partnership con il Comune di Andrano la “Festa della Scienza”, con la direzione scientifica dell’Istituto Pasteur: abbiamo voluto -conclude l’assessore Leo- contribuire a sollecitare la creazione di un circuito virtuoso e di una rete culturale sovraregionale fra territori diversi per la comunicazione e la divulgazione scientifica”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*