Predoni delle chiese: chiesti 40 anni

LECCE – In due anni, fino ad agosto 2016, hanno depredato almeno 22 chiese della provincia di Lecce, soprattutto nel basso Salento. Ora la giustizia chiede il conto e la pm ha invocato 40 anni di reclusione per i presunti responsabili, arrestati il 6 marzo scorso con l’operazione “Santi Medici” dei carabinieri di Lecce.

La chiesa di Parabita, costituitasi parte civile, ha chiesto a uno degli imputati un risarcimento di 10mila euro.

La banda di Casarano ha rubato ex voto, arredi sacri di alto valore, donazioni e soldi delle offerte. Secondo i carabinieri della compagnia di maglie la refurtiva ha un valore tra i 200 e i 250 mila euro. 9 furono gli arresti, nella banda anche due ragazze. Uno ha patteggiato.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*