Il “giallo” della Fiera del Levante: Conte va via con la Lezzi. Emiliano: “Per darci risposte avrà bisogno di un consulto governativo”

BARI – Le premesse, dunque, erano delle migliori. Clima sereno, ringraziamenti pubblici, aperture sotto tutti i fronti. Ma l’inaugurazione della 82esima Fiera del Levante di Bari, la prima per il premier Conte, termina con qualche nuvola di troppo nel rapporto tra regione e governo. “Voglio concedere a questo governo ancora qualche settimana” ha commentato Emiliano.

Un piccolo giallo, alla fine, caratterizza la giornata. Al termine dei discorsi ufficiali, il premier avrebbe dovuto fare il tradizionale giro per gli stand, inaugurando tra l’altro quello della Regione Puglia. Ma il governatore, mentre attendeva il premier è stato avvisato che Conte aveva accelerato la tabella di marcia, lasciando la Campionaria, seguito dal ministro Lezzi, dopo aver percorso solo qualche metro del padiglione centrale in compagnia di Decaro.

Quindi nessun incontro e soprattutto nessuna occasione di avere le risposte alle richieste esplicite che sia Decaro che Emiliano avevano rivolto dal palco

“Siccome il presidente  pugliese oggi saremo particolarmente gentili con lui – ha detto ancora il presidente della Regione -. A nessuna delle questioni che sono state poste, sono state date delle risposte. Né al sindaco di Bari, né a me. Evidentemente c’è bisogno di un pre consulto governativo per stabilire se si possono restituire i soldi per le periferie”. Il riferimento è proprio alla richiesta avanzata da Decaro al premier dal palco. “Lo avete ascoltato tutti che risposte dal palco non ne ho ricevute. Nemmeno una” ha confermato il sindaco aggiungendo che aveva solo avuto modo nel breve percorso fatto a piedi con Conte di ribadirgli l’urgenza.

Di qui la conclusione: “Concederò a questo governo ancora qualche settimana”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*