La preparazione di Lecce e Ascoli: doppie per i giallorossi, test in famiglia per i bianconeri

LECCE (di M.C.) – Settimana di riposo del campionato ma giorni di lavoro per le squadre che si preparano alla 3^ giornata del campionato che il Lecce giocherà sabato 15 Settembre alle ore 15:00 al “Del Duca” di Ascoli.

Procedono in maniera differente i lavori di avvicinamento alla gara da parte del Lecce e dell’Ascoli.

La squadra di Liverani prosegue a suon di doppie sedute, rigorosamente a porte chiuse tra Martignano e l’Acaya Golf Club. In differenziato Palombi, Pettinari e Riccardi.

Molto probabilmente il tecnico romano starà lavorando sui movimenti difensivi ancora da rodare e sull’aspetto fisico per permettere alla squadra una tenuta più solida per tutta la durata della gara, visto che nelle prime due uscite le rimonte da parte degli avversari sono state ultimate negli ultimi minuti.

L’Ascoli di Vivarini invece ha svolto un test amichevole con l’Under 17 di Cerasi terminata per 10 a 0 con Ganz, Ardemagni e Beretta in gran spolvero. Il tecnico bianconero ha provato due moduli durante l’amichevole, un 3-5-2 nel primo tempo e un 4-3-1-2 nella seconda frazione.

Le due squadre si ritroveranno di fronte dopo un avvio di campionato diverso, in cui i salentini hanno convinto di più.

L’undici bianconero nelle prime due gare ha totalizzato un punto, frutto del pareggio casalingo della prima giornata con il Cosenza per uno a uno, mentre nella seconda ha perso a Perugia per due a zero, totalizzando, in totale, solo un gol e subendone tre ma ciò nonostante sta lavorando in maniera serena; ben diverso il clima in casa Lecce, dove società e tecnico si ritrovano a gestire la “patata bollente” della contestazione contro le scelte che hanno portato prima ad acquisire le prestazioni sportive di Chiricò e poi a schierarlo in campo nei minuti finali della gara contro la Salernitana pareggiata poi per due a due, mentre nella prima giornata era arrivato il rocambolesco pareggio per tre a tre al Vigorito di Benevento, quindi 5 gol segnati e 5 subiti per i giallorossi che comunque  hanno stupito per aggressività e volontà.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*