Da Lecce il messaggio della Cgil: “Non è democrazia senza diritto al lavoro”

randstad 2

BARI – “Da Lecce possiamo lanciare messaggi importanti. La Puglia è una regione straordinariamente importante per la risoluzione di temi fondamentali per il Paese. Il Mezzogiorno lo è e la Puglia può svolgere un grande ruolo.  Pensate al tema dell’llva, pensate a quello che può rappresentare la discussione sulla Tap e quindi la questione energetica nel nostro Paese. Pensate ad una discussione fatta a Lecce e da Lecce rispetto ai temi della cultura, del turismo e dello spettacolo”.

Così il segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo, spiega perché anche quest’anno sarà Lecce la città scelta dal sindacato per lanciare il messaggio più importante, soprattutto in un’epoca come quella attuale: ci può essere democrazia se ciascun può esercitare il diritto al lavoro.

 “In un’epoca di analfabetismo valoriale – ha spiegato il segretario generale della Cgil Lecce, Valentina Fragassi – è importante ribadire cosa sia la democrazia e quali sono le regole sulle quali si fonda la nostra Costituzione. D’altronde la nostra Costituzione ha come principio il lavoro e noi cercheremo, attraverso i dibattiti, di coniugare tutto”.

Quattro giornate, a partire dal 13 settembre, 14 dibattiti, 5 lectio magistralis, tre “aperilibro”, ma anche mostre, cinema ed eventi musicali. Si discuterà dei temi cardine dello sviluppo del Paese e, ancor più, del Mezzogiorno: “Intendiamo ribadire l’attenzione strategica che si deve porre ai temi del Mezzogiorno – ha commentato il segretario nazionale Cgil, Nino Baseotto – ai temi del lavoro, alla centralità delle persone. E lo facciamo riproponendo un metodo che è quello del confronto, del contaminare e di essere disposti a farsi contaminare, confrontandosi con pensieri  e interlocutori diversi”.

La presentazione delle Giornate del Lavoro arriva mentre a Roma, dopo una lunga maratona notturna, l’accordo tra Ministero, Azienda e sindacati porta a casa la salvaguardia dei posti di lavoro nell’Ilva. “Per quanto ci riguarda – ha aggiunto Gesmundo – c’è un tema: nessun lavoratore deve perdere il lavoro. E questo accordo questo prevede”.

“Lecce – ha concluso il governatore Michele Emiliano – è il luogo giusto per una riflessione nazionale sulla importanza del diritto al lavoro e dei doveri che ne conseguono per il ri-efficientamento del Paese”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*