Lotta al caporalato: pioggia di multe a imprenditori. Guardia alta su trasporto braccianti

BRINDISI- E’ un giro di vite mai visto prima quello contro il caporalato nel Brindisino. Dopo due blitz nelle scorse settimane, giunge il terzo. Ancora multe agli imprenditori agricoli e ancora mezzi non a norma impiegati per il trasporto dei braccianti sui campi, come se la doppia tragedia di Foggia non avesse ancora insegnato niente. L’operazione è stata disposta dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Brindisi e dispiegata nell’ambito delle Compagnie di Brindisi, San Vito dei Normanni, Francavilla Fontana e Fasano, nella giornata di lunedì 20 agosto.

Sin dalle prime ore del mattino, è stato predisposto un servizio straordinario di controllo del territorio ad “alto impatto” negli orari in cui si incentra il traffico sia in entrata sia in uscita dalle aziende agricole. L’attività nel suo complesso ha permesso di procedere al controllo di 423 braccianti risultati regolarmente assunti e 128 mezzi di trasporto. Sono state elevate 67 contravvenzioni al codice della strada per un totale di 11.525 euro; sono stati sequestrati 3 veicoli sprovvisti della necessaria copertura assicurativa da qualche mese; irrogate sanzioni amministrative nei riguardi di imprenditori del settore agricolo, per l’importo di 38.200 euro per accertate violazioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Sulla scorta dei dati acquisiti sul campo, sul conto sia delle aziende che dei braccianti, saranno effettuati presso gli uffici competenti, ulteriori approfondimenti in ordine alla regolarità delle posizioni contributive/previdenziali.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*