Pazza estate, i nubifragi sferzano il Salento: tempeste di fulmini e case allagate

LECCE – Un ferragosto tempestoso quello appena trascorso. Non fuochi d’artificio ma pioggia e fulmini protagonisti nel cielo salentino. Il video che state vedendo è stato girato a Tricase: vento e acquazzoni dal pomeriggio fino a tarda notte.

Al risveglio la conta dei danni è, ancora una volta, allarmante. La marina di Torre Chianca è in ginocchio. E se a Gallipoli la traversata delle strade si tenta a bordo di materassini remando con gli spazzacqua, qui nella marina leccese ci si attrezza con tanto di gambali di gomma ai piedi. Si resta in strada, perchè entrare in casa è impossibile. Le abitazioni sono letteralmente allagate.

La rabbia è tanta. Sopratutto perchè negli ultimi anni le segnalazioni sono state fatte e come. Tutte rimaste su carta. Nessun sopralluogo -denunciano i residenti- e dunque nessuna soluzione. E così l’arrivo di un temporale è sufficiente per mettere in subbuglio l’intera marina. Due ore di pioggia sono sufficienti per distruggere mobilia, intonaco e pareti.

Al passaggio delle auto in strada, vere e proprie onde spingono l’acqua piovana verso le abitazioni. Quella spazzata ritorna indietro. Si è di nuovo punto e a capo.

Si procederà con una lettera, l’ennesima, da inviare a Palazzo Carafa. Intanto la minaccia del maltempo è dietro l’angolo. Tanto basta per tenere alto, altissimo lo stato di allerta. Gli ultimi giorni d’estate a Torre Chianca sono zuppi…di rabbia in primis.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*