“Stop alla campagna denigratoria”: amministratori e imprenditori gallipolini fanno quadrato

GALLIPOLI- A Gallipoli è tempo di riflessioni. Cosa è accaduto in questa estate 2018? Davvero il trend è cambiato? La perla dello Ionio passa di moda, o davvero l’assenza dei grandi eventi che attirano i giovani ha fatto cambiare la rotta? “Il calo c’è- commenta l’imprenditore gallipolino Matteo Spada- però è generalizzato in tutta la Puglia. A Gallipoli non riguarda solo i ragazzi, ma una fascia importante come quella delle famiglie per gravi carenze strutturali”. Il direttore di Teleramanews Giuseppe Vernaleone nel suo editoriale ieri ha lanciato un appello: “Facciamo quadrato per salvare Gallipoli dagli attacchi e le manovre di qualcuno”. Provocazione che non ha lasciato indifferenti i gallipolini, gli stessi amministratori e gli imprenditori. “Nessuno tocchi Gallipoli” è il titolo della conferenza stampa voluta dal sindaco Stefano Minerva e che si terrà nella sala riunioni del comune domani mattina e durante la quale prenderanno la parola , oltre al primo cittadino Stefano Minerva, Stefano Carlino, Rappresentante Categoria Case Vacanza – Giuseppe Coppola, Confindustria Sez. Turismo e Matteo Spada, Associazione Commercianti e Imprenditori di Gallipoli. “Contro di noi- dice Spada- una campagna denigratoria di cui siamo stanchi. I problemi ci sono ma vanno ridimensionati”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*