Ingoia monetina da due euro, bimba salvata dopo un intervento

LECCE – Un gioco tra fratellini ha rischiato di trasformarsi in tragedia ma grazie al pronto intervento dei soccorritori e poi dei medici del Vito Fazzi una bimba di 11 anni è stata salvata. Aveva ingoiato una moneta da due euro e ha rischiato di soffocare. L’episodio sabato in un’abitazione del brindisino dove la piccola vive con i genitori e il fratellino di 8 anni. Un gioco che consisteva nel nascondere la moneta. La bambina ha pensato di metterla in bocca. Pochi attimi e la moneta è scesa giù, in gola. La bimba per fortuna, ha continuato a respirare, ma non riusciva a parlare. Sono stati minuti concitati e di terrore. I genitori si sono accorti dell’accaduto, hanno chiamato il 118. La bambina è stata trasportata d’urgenza nell’ospedale di Brindisi e da qui nelle scorse ore al Fazzi, dove i medici del reparto di Chirurgia Pediatrica sono riusciti con un intervento a rimuovere il corpo estraneo senza nessuna conseguenza. Ora la bimba è tornata a casa e per fortuna sta bene.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*