Estate di licenziamenti: 39 esuberi a Leclerc, 40 tra i vigilantes GGS

LECCE – Clima teso e preoccupazione alta in questi giorni fra i dipendenti dell’ipermercato Conad di Cavallino gestito dalla società Zeus. L’Azienda ha avviato la procedura di mobilità per 39 addetti, su un totale di 127 lavoratori occupati nel punto vendita. L’apertura della procedura era già stata annunciata agli inizi dell’anno ed è stata avviata già in diversi punti vendita della Puglia e non solo, ma i sindacati non ci stanno. Uiltucs e Filcams respingono in toto le proposte tese a ridurre il personale e invitano l’Azienda ad una seria valutazione dei numeri dell’organico necessari per gestire le superfici e i reparti dell’ipermercato. Per i due sindacati, sono inaccettabili anche le proposte avanzate sull’aspetto relativo agli scatti di anzianità: le sigle sindacali rigettano qualsiasi forma di politica derogatoria al Contratto nazionale.

E domani, è previsto un sit-in di protesta davanti all’ingresso della prefettura di lecce per i dipendenti della GGS, azienda di vigilanza privata con sede a Veglie. Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil hanno chiesto al prefetto Claudio Palomba di essere ricevuti, al fine di trovare soluzioni utili a salvaguardia dei lavoratori e delle loro famiglie. L’azienda, che ha acquistato il ramo di azienda della Velialpol dal fallimento I.Vi.P., ha dichiarato già a giugno 40 esuberi (38 vigilantes e 2 impiegati) su 165 addetti.  

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*