“Come bianchi di farina”: i bozzetti di viaggio ripartono dalla terra di Castro

CASTRO- E’ come far rivivere i “Bozzetti di viaggio” di Cosimo De Giorgi un secolo e mezzo dopo, riattualizzarli, usarli anche come terreno di confronto per capire come e dove il Salento è cambiato.

La matita di Piero Pascali per quarant’anni ha disegnato i borghi della provincia di Lecce, le masserie e le campagne, i dettagli della storia fatta di pietra. Un lavoro paziente, nato soprattutto dal contatto con i cittadini che si sono di volta in volta fatti guida e memoria.

Quell’impegno da disegnatore è oggi confluito nel primo libro di una collana della Società di Storia Patria di Lecce, collana che percorrerà le diverse aree del Leccese. Si parte da “Come bianchi di farina. Luoghi e borghi della Terra di Castro”, con testi di Daniele Capone e Angelo Lazzari. A sostenere il progetto è il Collegio dei Geometri di Lecce.

Pagine intense, un viaggio per appassionati, turisti, residenti, semplici curiosi. Un altro modo di raccontare questa terra, coprendo una lacuna di oltre 130 anni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*