Lecce: ultima settimana di ritiro tra nuovi arrivi e amichevoli da giocare

Terminillo, ritiro Lecce 2018-19

LECCE (di M.C.) – Inizia l’ultima settimana di ritiro per il Lecce di Liverani, che rientrerà in sede domenica 29 luglio per iniziare a preparare l’esordio in Coppa Italia del 5 agosto al Via del Mare contro la vincente della gara Feralpisalò – Virtus Francavilla.

A Terminillo continua, sul terreno del Campo Comunale “Leoncini”, la preparazione dei giallorossi divisa in sedute mattutine e pomeridiane, tra lavoro atletico, tecnico e tattico, e partitelle.

Dopo la prima uscita stagionale contro l’Amatrice termina per 7-0, con Falco e Palombi in gran spolvero, i salentini si preparano alla seconda sfida amichevole del 24 luglio contro lo SPES Poggio Fidene che si giocherà proprio sul terreno del “Leoncini”; mentre il 26 luglio giocheranno a Rieti contro i locali alle ore 20.30 allo Stadio “Scopigno”.

Infine il giorno prima del rientro nel Salento, il 28 luglio, i giallorossi affronteranno l’ultima amichevole con un avversario da definire.

È arrivato in ritiro anche Petriccione, il giovane centrocampista classe ’95 in procinto di svincolarsi dal Bari, ed ha assistito all’allenamento dei suoi nuovi compagni in attesa di poter ufficializzare il contratto che lo legherà alla società di Via Col. Costadura per i prossimi tre anni.

Petriccione si va ad aggiungere, senza contare i rientri dai prestiti, ai nuovi arrivati Riccardi, Haye, Falco, Palombi, Pettinari, Milli, Calderoni, Dumancic, Lucioni e Chiricò anche se quest’ultimo, per i problemi ambientali ormai noti potrebbe essere ceduto.

Per completare la rosa continuano le trattative con il portiere Vigorito del Frosinone, che sembra vicinissimo all’ingaggio, con il terzino Fiamozzi del Genoa mancherebbero da limare solo dei dettagli, si seguono i difensori centrali  Pellizzer dell’Entella e Meccariello del Brescia, il centrocampista Casarini del Novara, e il bomber La Mantia dell’Entella e rimane vivo il sogno di portare alla corte di Liverani il trequartista Falletti del Bologna, operazione difficile ma non impossibile.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*