Placetelling: un progetto per raccontare e fare amare il Salento

LECCE –Anche quest’anno la scuola di Placetelling ha dato i suoi frutti e i partecipanti hanno presentato nell’ex Monastero degli Olivetani a Lecce il risultato del loro lavoro organizzato da Unisalento, Dipartimento di Storia Società e Studi sull’Uomo, corso di laurea in Lettere, Società Geografica Italiana e il Centro Europeo per i Beni Culturali. Un obiettivo preciso quello del progetto: formare degli storyteller, ovvero dei cantori del territorio, specializzati nella narrazione dei luoghi attraverso strumenti e modalità nuovi , secondo l’idea del professor Fabio Pollice, direttore della scuola. I ragazzi si sono concentrati in comuni e luoghi diversi, raccontando le perle di Puglia, Sternatia, Galatone, soffermandosi su antiche residenze, aziende, cantine, raccontando al meglio il Salento che incanta, accoglie e produce. I destinatari della Scuola sono coloro che operano o intendono operare nel campo dell’informazione, della comunicazione e della formazione e, più in generale, a chi ha esigenza di sviluppare competenza specifiche nel campo delle tecniche di narrazione. Ma il progetto ha come obiettivo anche quello di creare uno spirito di appartenenza tra gli stessi salentini, in modo da portarli ad amare la propria identità e i propri luoghi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*