Notte della Taranta, iniziano le prove. Andrea Mirò: Nel Salento si respira una cultura internazionale

ZOLLINO- Musica, pizzica e tradizione. Iniziano così le prove a Zollino in vista del Concertone della Notte della Taranta in programma il prossimo 25 agosto a Melpignano. Quest’anno sul palco l’artista Andrea Mirò, la seconda donna, dopo Carmen Consoli nei panni di maestra concertatrice: “Sono onorata -dice- di questo ruolo”, anche se ancora non ha ben chiaro cosa accadrà quella magica notte, ma di sicuro conta di amalgamare al meglio ogni stile, non solo quindi il rock d’autore, insieme ai diversi ospiti nazionali e internazionali. “Di sicuro sarà una grande festa”, continua, un Concertone dai mille colori e suoni, che ovviamente la vede in una posizione ben lontana da quella che è stata solita mantenere davanti all’orchestra del Festival di Sanremo: “Qui è tutto diverso -spiega- il Concertone è un coinvolgimento totale, è tutta una cultura che entra in gioco”.

Da oggi quindi, per Andrea Mirò inizia un’importante sfida, in un luogo in cui a suo dire si respira un’area internazionale, ricca di suoni e che ha saputo accendere i riflettori su una Notte magica, che esplode di ritmo salentino.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*