Ballottaggi, il Salento in controtendenza: vince la sinistra ed in Puglia perde il centrodestra

LECCE-  Brindisi, Francavilla ed Oria terre di sinistra pur essendoci due parlamentari forzisti. In Puglia il centrodestra vince solo a Mola, Bisceglie e San Nicandro Garganico su 11 comuni.

 

La sconfitta nella provincia brindisina aprirà un dibattito all’interno di forza Italia che pur vantando due parlamentari, il senatore Vitali e l’on. D’Attis, permettono la vittoria della sinistra ad Oria, Francavilla e Brindisi. Questi ultimi terra dei su citati rappresentanti berlusconiani. Il centrosinistra sconfitto quasi ovunque non perde invece in Puglia dove conquista 8 comuni su undici all’infuori di Mola, Bisceglie e San Nicandro Garganico. La perdita di posizioni del centrodestra un po’ per le spaccature e non ultimo per la scelta errata dei candidati. A Francavilla la corsa era tutta a sinistra soccombendo l’uscente Bruno, già Presidente della provincia e segretario del Pd, rispetto al neo primo cittadino il civico, non di destra né cinque stelle, Antonello Denuzzo; ad Oria ha la meglio Maria Lucia Carone sul candidato Pino Carbone ed a Brindisi arretramento elettorale rispetto al primo turno di Cavalera e vittoria di Riccardo Rossi di centro sinistra ma non esponente del partito democratico.  Per Paolo Pagliaro di Forza Italia “per ritornare a vincere l’unica strada è quella dell’unità e con accordi chiari. È giunto il momento di fare una seria riflessione all’interno di forza Italia in vista degli altri appuntamenti importanti che riguarderanno le amministrative di Bari e Foggia per non parlare delle elezioni Regionali. Il partito ha bisogno di un restyling, persone e candidati nuovi e mettere in agenda parole come partecipazione e meritocrazia per scegliere –conclude Pagliaro– se ritornare protagonisti o continuare a perdere terreno”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*