“Onore a chi ha lottato”, la Grande Guerra spiegata ai ragazzi del Calasso

LECCE- Onorare gli Eroi e i Soldati, anche senza nome, caduti in guerra è un preciso dovere che spetta a tutti. E’ questo l’obiettivo dell’evento organizzato dall’I.I.S.S. “F. Calasso” di Lecce. Una cerimonia importante quindi per rendere omaggio a chi ha lottato per la Libertà, la Giustizia e la Pace L’Italia…. della Vittoria. Un momento, inoltre, che è stato onorato anche della partecipazione di dieci Guardie d’Onore, che Emanuele Filiberto di Savoia, ha inviato insieme a un video messaggio. Durante la commemorazione di sabato, è stata anche presentata la pubblicazione su la Grande Guerra, a cura di Mario Biagio Portaccio, che dà ampio spazio alle basi materiali e morali su cui alcune importanti decisioni belliche furono assunte. In particolare, il lavoro di ricerca parla e fa emergere un quadro sul doloroso conflitto in cui persero la vita migliaia di Italiani, pronti a dare il proprio sangue per la libertà della loro Patria.

Ed ecco i vincitori e i nomi di coloro che si sono particolarmente distinti con i loro lavori:

Nell’area artistica figurativa vi sono stati i seguenti vincitori: classi VA e VB Liceo Classico “D. Borrelli” Santa Severina (KR) e la classe VA Liceo Scienze Umane Convitto Nazionale “P. Diacono” San Pietro al Natisone (UD) vincono il primo premio ex aequo; Barlocchi Stefano e Santoro Gabriele classe V E dell’ I.I.S.S. “A. Bernocchi” Legnano (MI) e la classe VC dell’Istituto Comprensivo Fossano B “Sacco” Scuola Primaria “Primo Levi” Fossano (CN) vincono, ex aequo, il secondo premio; Renna Filippo Francesco e Giovannini Alessandro classe IM dell’I.I.S.S. “F. Calasso” Lecce e la Classe VA dell’I.I.S.S. “Pontecorvo” Liceo Scientifico Pontecorvo (FR) si aggiudicano, ex aequo, il terzo premio.

Nell’area storico sociale vi sono stati i seguenti vincitori: Soddu Daniele classe III L Liceo Classico Statale “Siotto Pintor” Cagliari e Piredda Ludovica Sofia classe V E Liceo Classico Statale “Siotto Pintor” Cagliari vincono il primo premio ex aequo; Marcuccio Pierpaolo Classe II C dell’ I.I.S.S. “E. Medi” Galatone (LE) e Marcuccio Gianmarco classe II M dell’ I.I.S.S. “F. Calasso” Lecce vincono, ex aequo, il secondo premio; Serra Elena e Palumbo Alice classe I M dell’ I.I.S.S. “F. Calasso” Lecce e la classe III B dell’Istituto Comprensivo Statale “G. Falcone” Copertino (LE) si aggiudicano, ex aequo, il terzo premio.

La Commisione, inoltre, ha ritenuto di assegnare i seuenti attestati di merito:
– nell’area artistica figurativa a:
Pignatario Ilaria, Abruzzese Goriziano Luca e Mussuto Milena IIIA e III B Liceo Scientifico “S. Patrizi” Cariati (CS) si assegna la Menzione d’Onore; Spinelli Emma II C Scuola Primaria “G. Oberdan” Parabita (LE); Spedicato Samuele Pio IV B dell’ I.I.S.S. “F. Calasso” Lecce; Quarta Davide IV B dell’ I.I.S.S. “F. Calasso” Lecce; classe V E dell’ I.I.S.S. “F. Calasso” Lecce; Infante Thomas I M dell’ I.I.S.S. “F. Calasso” Lecce; De Mitri Simone e Trianni Gabriele II E dell’I.I.S.S. “Medi” Galatone (LE); Riccardo Anna Chiara III C dell’I.I.S.S. “P. Colonna” Liceo Artistico Galatina (LE);

– nell’area storico sociale a:
Novelli Chiara III C Direzione Didattica Statale “A. Toscanini” Torino; Micella Kristian I H dell’I.I.S.S. “F. Calasso” Lecce; Spedicato Francesco IV L dell’ I.I.S.S. “F. Calasso” Lecce; Guglielmo Angela III H dell’ I.I.S.S. “F. Calasso” Lecce; Zollino Francesca II C dell’I.I.S.S. “Medi” Galatone (LE); De Franco Giada Lucia II C dell’I.I.S.S. “Medi” Galatone (LE); Giaffreda Laura II C dell’I.I.S.S. “Medi” Galatone (LE); Mariello Francesco II D dell’I.I.S.S. “A. Righi” Reggio Calabria; De Maria Salvatore I D dell’I.I.S.S. “A. Righi” Reggio Calabria; Carnevale Andrea I D dell’I.I.S.S. “A. Righi” Reggio Calabria; Crucitti Antonino ID dell’I.I.S.S. “A. Righi” Reggio Calabria; Canale Marco Pasquale ID dell’I.I.S.S. “A. Righi” Reggio Calabria; Trapani Paolo VC dell’I.I.S.S. “A. Righi” Reggio Calabria.

Durante la commemorazione, ancora, sarà presentata la pubblicazione su la Grande Guerra, a cura di Mario Biagio Portaccio, che dà ampio spazio alle basi materiali e morali su cui alcune importanti decisioni belliche furono assunte. Il lavoro di ricerca parla e fa emergere un quadro sul doloroso conflitto in cui persero la vita migliaia di Italiani, pronti a dare il proprio sangue per la libertà della loro Patria.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*