Investono 100 mila euro in polizze vita ma risultano nullafacenti: incastrata una coppia

BRINDISI – Investivano denaro contante in polizze vita, salvo risultare quasi nullatenenti. A finire nei guai una coppia di conviventi di Carovigno: Vincenzo Schiena, di 40 anni, e Francesca Fornaro, 38enne.

Sotto sequestro ben tre polizze per circa 100 mila euro. Stando alle indagini dei militari di Brindisi quei soldi erano proventi di attività illecite come rapine in gioiellerie e assalti al bancomat. Non a caso l’uomo era già ristretto ai domiciliari proprio perchè ritenuto responsabile di diverse rapine.

Sorvegliato speciale di pubblica sicurezza, per lui era già scattata da tempo un’ ordinanza di custodia cautelare, per aver costituito una associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie di assalti a danno di svariati istituti di credito, uffici postali ed esercizi commerciali (tra cui, gioiellerie ed impianti di distribuzione di carburanti), commessi tra la Puglia e le Marche.

I versamenti di denaro della coppia sono risultati platealmente disallineati rispetto ai redditi dichiarati dalla coppia ai fini dell’imposizione fiscale.

In mattinata i carabinieri hanno dato esecuzione del decreto di sequestro preventivo del denaro per un valore complessivo di quasi centomila euro, riconducibili ai due conviventi. Il provvedimento, è stato emesso dalla II Sezione Penale del Tribunale di Lecce, su richiesta della Procura della Repubblica di Brindisi, che ha concordato con le risultanze investigative rassegnate dai carabinieri.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*