Fasano, colpito da infarto mentre guida lo scuolabus: salva i bimbi prima di morire

randstad 1

FASANO – Che Sante Quaranta, 65 anni di Fasano, fosse un angelo lo dicevano già tutti: i piccoli passeggeri che ogni mattina accompagnava a scuola con l’autobus, i loro genitori, i partecipanti, lo staff e gli organizzatori della gara della cronoscalata “Coppa Selva di Fasano” di cui era ufficiale e direttore.

Erano le 7.15 del mattino quando l’uomo ha accusato un malore: era alla guida dello scuolabus con a bordo 8 giovani studenti, tra i 12 e i 15 anni, e un’assistente. Ha arrestato la marcia sul ciglio della strada, li ha messi in salvo prima di morire.

L’infarto, infatti, all’uomo non ha lasciato scampo. Il primo a soccorrerlo è stato il secondo capo del primo reggimento “San Marco” di Brindisi, che in quel momento era di passaggio in divisa per raggiungere il posto di lavoro. Poi all’arrivo dell’ambulanza i sanitari del 118 hanno tentato di rianimarlo andando avanti per circa un’ora. Arrivato all’opedale Perrino di Brindisi il 65enne è spirato.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della compagnia di Fasano e la Polizia municipale. La scomparsa di Quaranta lascia sotto shock un’intera comunità che in queste ore si è stretta attorno alla famiglia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*