Attualità

Tondi Della Mura: “Air gun un grosso rischio per il Salento”

LECCE- Parla di una politica energetica nazionale “confliggente con le esigenze economiche, culturali e identitarie dei territori costieri” il prof. Vincenzo Tondi della Mura, a proposito della pratica di ricerca di idrocarburi con la tecnica dell’air-gun, letteralmente “pistola ad aria”, quella che spara aria compressa nei fondali.  Per questo il docente di diritto costituzionale dell’Unisalento, insieme alla professoressa Francesca Lamberti, ha organizzato un seminario con i massimi esperti del tema. “Acque, infrastrutture e territorio fra storia, diritto e biologia. Ancora sul caso air-gun” è il titolo dell’incontro il cui obiettivo è “approfondire le ragioni e le implicazioni di una tale stratificazione decisionale, impiegando un approccio multidisciplinare (diritto e biologia marina) e avvalendosi dell’intervento di autorevoli studiosi delle materie coinvolte”. L’iniziativa, in definitiva, pone come auspicabile il coinvolgimento dei rappresentanti dei diversi organi istituzionali coinvolti (Parlamento, Regione, Provincia e Comuni), al fine di rendere maggiormente funzionali le conclusioni prospettate.

Articoli correlati

Piano Urbano della Mobilità, il Codacons: “Pronti ad offrire il nostro contributo al sindaco”

Sergio Costa

Chiusura punto nascita, monta la protesta

Paolo Franza

In Puglia i mercati finanziari incrementano il divario tra ricchi e poveri

Mario Vecchio

Stabilimenti, per la corte UE le opere inamovibili diventano proprietà dello Stato

Redazione

Festival Valle d’Itria, 50 anni di grande musica. A Martina Franca dal 17 luglio al 6 agosto

Mariella Vitucci

Contact center: “L’intelligenza artificiale è una sfida da raccogliere”

Antonio Greco