Traffico e sosta selvaggia nelle marine: un bando per aree parcheggio

randstad 2

LECCE – L’obiettivo è duplice: salvaguardare le bellezze naturali e consentire una circolazione più scorrevole, garantendo la sicurezza di mezzi e pedoni. La stagione estiva è ormai alle porte e Palazzo Carafa schiera un bando pubblico per individuare nuove aree parcheggio temporanee nelle marine.

Le proposte e candidature dei privati potranno essere presentate a partire da lunedì prossimo e fino al 25 maggio. In sostanza chi è in possesso di terreni agricoli e ricadenti nella cosidetta zona B, ossia aree parzialmente o totalmente edificate, e in prossimità della spiaggia potrà scegliere di convertire il suolo in area di sosta temporanea. Gli interventi necessari per l’amministrazione dovranno essere a costo zero, ma il proponente potrà presentare un progetto comnpensivo delle tariffe che intenderebbe applicare. Spetterà poi al Comune valutare la proposta, tenendo presenti criteri tra cui la sostenibilità e il contesto in cui l’area si colloca.

Il bando, nella sua stesura originaria, interesserebbe le marine di Frigole, Torre Chianca, Spiaggia Bella e Torre Rinalda, là dove gli anni precedenti sarebbero emerse maggiori criticità. “Non è escluso poi -ha aggiunto l’Assessore all’urbanistica Rita Miglietta, in risposta alla riflessione del Presidente di FederBalneari Mauro Della Valle- che altri interventi simili possano essere programmati su San Cataldo, che pure può essere inclusa nel bando ma i cui lotti vuoti di cui attualmente dispone risultano tutte aree a bosco o giardini di abitazioni, dunque non convertibili in parcheggi.

Quello che ciascuno privato potrà fare è delimitare l’area in suo possesso con catene o paletti, istallare un gabiotto ed eventualmente bagni chimici e procedere alla pulizia del terreno. L’amministrazione vigilerà affinchè siano rispettati limiti e obblighi inerenti i vincoli paesaggistici, la tutela della macchia mediterranea e le aree protette. L’iniziativa avrà cadenza annuale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*