Taranto, atti persecutori e tentata estorsione: scatta il fermo per un avvocato e un maresciallo Gdf

TARANTO – Un avvocato, un maresciallo della Guardia di Finanza e due pregiudicati sono stati sottoposti a fermo del pubblico ministero a Taranto nell’ambito di un’indagine della Polizia.
Sono accusati, a vario titolo, di concorso in incendio, danneggiamento, atti persecutori e tentata estorsione in danno di un fruttivendolo di Taranto. I fatti contestati sono stati commessi a Taranto tra marzo 2017 e il 4 aprile scorso. Il militare, già sospeso dal servizio per motivi disciplinari, era in servizio alla sala operativa del Comando provinciale Gdf di Taranto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*