Beccato in casa con attrezzi agricoli rubati tenta di corrompere i militari: nei guai 64enne

VILLA CASTELLI – Aveva trasformato la sua abitazione, in contrada Tagliavanti a Villa Castelli, in un vero e proprio deposito di attrezzatura agricola perfettamente funzionate e rubata a chissà chi.

È stato tratto in arresto, in flagranza di reato per ricettazione e detenzione abusiva di arma clandestina, Vito Cataldo CARRUOZZO, 64enne del posto. Per lui anche l’accusa di istigazione alla corruzione. Sì perchè l’uomo, ormai con le spalle al muro, ha tentato il tutto e per tutto. Ai militari ha chiesto di chiudere un occhio e interrompere la perquisizione, in cambio si è detto pronto a sganciare ben 10 mila euro.

Vito Cataldo Carruozzo

Alla vista dei Carabinieri il 64enne è apparso subito sfuggente: un comportamento che li ha insospettiti ulteriormente. Nel garage della sua abitazione sono state rinvenute 9 motoseghe di varie marche, un decespugliatore, una motozappa e un gruppo elettrogeno, attrezzatura perfettamente funzionante. Sulla provenienza dell’attrezzatura in questione l’uomo non ha saputo fornire spiegazioni plausibili.

 

Le ulteriori ricerche hanno consentito di rinvenire poi, occultato in un bustone di plastica nera, un fucile perfettamente funzionante calibro 36 detenuto illegalmente e posto sotto sequestro.

Per Carruozzo sono scattati gli arresti domiciliari.

I militari invitano coloro i quali hanno subito il furto di attrezzatura agricola a presentarsi negli uffici della Stazione Carabinieri di Villa Castelli per l’eventuale riconoscimento tra quelli sottoposti a sequestro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*