50 anni dalla morte di Comi e una conquista: la sua casa di tutti

LUCUGNANO – Quale occasione migliore per festeggiare una vittoria al culmine di una lunga battaglia durata anni. A mezzo secolo dalla sua morte, la casa di Girolamo Comi apre le porte a tutti, perchè è a tutti che appartiene. Un dato per nulla scontato, una conquista dopo tante peripezie contro la concessione trentennale ai privati, ma alla fine a spuntarla sono stati loro: i cittadini. E sono sempre loro che in occasione dell’anniversario del poeta ne approfittano per rendergli omaggio. Non tutto il Salento lo conosce come dovrebbe e così si resta affascinati al racconto del Comi artista tanto quanto del Comi uomo, sensibile e generoso come tutti lo ricordano.

In suo onore si aprono le porte della sua dimora, si tengono visite guidate presso da “Casa del Museo” e laboratori per bambini e adulti. E poi un pranzo sociale arricchito da proiezioni, dialoghi, racconti, poesie e musica e una ciclopasseggiata lungo i luoghi che hanno ispirato le opere del poeta. Insomma Lucugnano che da Comi è stato coccolato e ha saputo ricambiare il favore non vuole dimenticarlo. E pensa già alle prossime occasioni per rendergli omaggio come si deve.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*