Escalation di truffe on line, i consigli della Polizia Postale

LECCE – Truffe on line: la Sezione di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Lecce ha ricevuto ulteriori querele per acquisto di telefoni cellulari.

In un caso, la vittima, aprendo la pagina internet di una nota piattaforma di e-commerce, categoria telefonia per Lecce e provincia, si è soffermata sul prezzo molto basso di alcuni iPhone 6S. Contattata l’utenza di riferimento, l’acquirente, essendo stato rassicurato che si trattasse di rimanenze di magazzino, ha concordato le modalità di pagamento effettuando lo stesso con ricarica postepay. In seguito il venditore si è reso irreperibile, senza mai far pervenire l’oggetto acquistato.

Nel secondo caso, l’acquisto del telefono è avvenuto attraverso un sito che utilizza la pratica scorretta della “vendita piramidale” .

Il meccanismo di vendita praticato si basa sulla prenotazione di un prodotto da parte dell’acquirente a prezzo ridotto, prodotto che verrà poi consegnato solo quando altri utenti, a loro volta, lo avranno ordinato, coprendo così il valore residuo.

L’effetto di tale vendita piramidale è la creazione di una lista d’attesa progressivamente sempre più lunga, fino al collasso del sistema e al conseguente inadempimento contrattuale in danno di numerosissimi utenti.

Dalla Polizia, i consigli per un acquisto senza sorprese:

verificare i siti;
verificare eventuali segnalazioni presenti su forum;
utilizzare forme di pagamento in contrassegno o attraverso sistemi che prevedono il pagamento solo dopo il ricevimento del prodotto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*