Licenziamenti nella casa di cura “Papa Giovanni XXIII”, Fp Cgil: “illegittimi”

GALATONE – 3 lavoratori su 15 della casa di riposo Papa Giovanni XXIII di Galatone saranno messi alla porta a partire dal 31 marzo. Per la Fp Cgil si tratta di “licenziamenti illegittimi”.

Ben tre dipendenti -scrive il sindacato- si sono visti in questi giorni recapitare comunicazioni di licenziamento per asserita «contrazione lavorativa». Premessa l’assoluta illegittimità formale di questi licenziamenti, questa Organizzazione sindacale non rileva alcun elemento che giustifichi la risoluzione dei rapporti di lavoro per tale motivo.

I licenziamenti mettono a rischio non solo la condizione di vita dei lavoratori e delle loro famiglie, ma lo stesso servizio: l’offerta risulterà priva del numero di operatori, già oggi insufficiente, adatto ad un’assistenza adeguata alle esigenze degli anziani ospiti della struttura. Siamo pronti a proclamare lo stato di agitazione dei lavoratori“.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*