“Stregati dalla musica”, l’opera lirica a misura di bambino

LECCE – L’opera lirica diventa pop e riempie i teatri. E’ il risultato della “rivoluzione”, partita dalla Puglia, dei fratelli musicisti leccesi Francesco e Matteo Spedicato, con l’associazione ORPHEO autori di “STREGATI DALLA MUSICA”, il programma di didattica e teatro musicale che negli ultimi due anni ha coinvolto oltre 36mila bambini e ragazzi, attestatosi per questo come il più grande del Mezzogiorno.

Dal 17 al 24 aprile, per il secondo anno consecutivo, torna al teatro Politeama Greco di Lecce la rassegna di teatro musicale e d’Opera da loro firmata, dal titolo omonimo, nella quale, rivolgendosi soprattutto al pubblico delle scuole, portano in scena quest’anno due spettacoli originali, “Tito – Il cantante piccoletto”, che racconta con brio la vita e le opere del tenore leccese Tito Schipa, e la novità 2018, “L’elisir d’amore”, rivisitazione del celebre capolavoro di Gaetano Donizetti. Otto giorni di rassegna e 15 recite in cartellone, 13 delle quali già sold out. In particolare “Tito – Il cantante piccoletto”, debutterà quest’anno anche a Roma, il 12 maggio, coinvolgendo circa 400 bambini e ragazzi dell’Istituto Filippo Smaldone della Capitale e le loro famiglie.

Gli spettacoli del programma “Stregati dalla musica” si distinguono per il carattere “interattivo” con cui si propongono al pubblico, che diventa parte attiva della messinscena. Entrambi vedono la direzione musicale del M° Eliseo Castrignanò e la regia di Giovanni Guarino. Ad interpretare le opere sono giovanissimi artisti selezionati in tutto il sud Italia. Indispensabile protagonista è anche l’Orpheo Ensemble, formazione giovanile interamente composta da musicisti talenti del territorio salentino scelti tramite bando e audizioni.

Un modo per combattere la disaffezione all’arte ripartendo da bambini e ragazzi

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*