Energie rinnovabili: Lecce seconda per potenza

LECCE – Escludendo il grande idroelettrico, sono 141 i Comuni in Puglia e nel Salento che, grazie alle fonti rinnovabili, producono più energia elettrica di quella consumata dalle famiglie. La maggior potenza da fonti rinnovabili è registrata nella provincia di Foggia con 2.459 MWcomplessivi, seguita da Lecce (778 MW), Bari (755 MW) e Barletta-Andria-Trani (con 283 MW). In termini di produzione di energia Lecce si classifica invece al terzo posto: primato indiscusso ancora una volta alla provincia di Foggia, seguita da Bari.

È il quadro emerso dal rapporto dei Comuni Rinnovabili di Legambiente che da 12 anni fotografa lo svilppo delle fonti rinnovabili su tutto il territorio italiano.

In Puglia la crescita di queste tecnologie negli ultimi 6 anni è risultata inesorabile sia per la potenza installata che per la produzione di energia. Dal 2010 al 2016 si è passati da 1,9 GigaWatt a 5,4 GigaWatt di potenza installata da fonti rinnovabili, con un complessivo aumento del 173,3%.

Sono oltre 43mila gli impianti da fonti rinnovabili diffusi su tutto il territorio e riescono a coprire il 59,5% dei consumi elettrici totali regionali, ovvero il fabbisogno di circa 3.700.000 famiglie. Una percentuale, questa, nettamente superiore al dato nazionale che si attesta nel 2016 al 32,3%.

Per quanto riguarda il settore fotovoltaico per aziende sono 16 i comuni che quest’anno hanno scelto di investire nel campo. In termini di potenza istallata, è il Comune di Castrignano del Capo a detenere un primato: 337 KW complessivi. A Lecce va invece il primato, per estensione, di pannelli solari termici : 1419,5 mq. Sono soltanto 9 invece i Comuni con impianti idroelettrici: tra questi ci sono Specchia e Castro, rispettivamente al secondo e sesto posto per produzione di energia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*