Sos ristrutturazione, i residenti della palazzina di via Indino: “Nessuno ci ascolta”

LECCE- Infiltrazioni, crepe, porte che non si chiudono e la necessità di avere un ascensore. Diversi i problemi messi in luce da alcuni residenti della palazzina di via Pietro Indino, a Lecce. Al terzo piano vivono tre famiglie con seri problemi di salute, ma nonostante le loro richieste  mai nessuno ha ancora risposto. Tra Comune e ufficio Erp, la carte protocollate viaggiano tra un ufficio all’altro, ma nessuno interviene. Del resto loro vorrebbero solo vivere dignitosamente, al sicuro, senza aver paura che qualcosa crolli da un momento all’altro. 

Ma non solo. Al secondo piano c’è anche Barbara, una ragazza di 32anni, affetta da sclerosi multipla e che ha bisogno di un nuovo alloggio. Ma anche in questo caso, nonostante le richieste, nulla si muove. Lei continua a vivere in quelle quattro mura, tra difficoltà quotidiane e una famiglia da mandare avanti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*