Sequestrato oltre 1 km di rete da pesca

PORTO CESAREO- I militari della Capitaneria di porto di Gallipoli hanno posto sotto sequestro diversi spezzoni di rete da posta non segnalata e non etichettata, per una lunghezza totale di circa 1 km e 200 metri. Nello specifico, l’attrezzo calato nell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo oltre ad essere non segnalato e non riconducibile ad alcun pescatore professionale, di fatto chiudeva la baia di Torre Squillace non consentendo un sicuro approdo a qualsivoglia tipologia di natante. Il prodotto ittico, trovato intrappolato nella rete è stato rigettato in mare. E ancora, nei pressi della località Torre Pali, la motovedetta CP 886 partita da Santa Maria di Leuca, ha rinvenuto e sequestrato oltre 650 metri di rete da posta tipo tremaglio, anch’essa sprovvista degli elementi di segnalazione previsti dalla pertinente normativa nazionale e comunitaria.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*