Francavilla, rave tra gli ulivi secolari a capodanno: scattano 150 denunce

FRANCAVILLA FONTANA- Per brindare al primo dell’anno aveva pensato proprio a tutto, tranne all’autorizzazione. Si concludono con 150 denunce, di cui sei destinate a minorenni, le indagini sul rave party organizzato nella notte di San Silvestro a Francavilla Fontana. I partecipanti hanno fatto le valigie da tutto il mondo (Romania, Francia, Gran Bretagna, Venezuela, Svizzera e Bielorussia) per raggiungere la location adocchiata a bordo di caravan, pulmini, roulotte e autovetture.

Una cornice suggestiva, come una masseria diroccata in contrada Pergola, li ha subito entusiasmati e così hanno montato un’impalcatura lunga 5 metri e alta 3, un impianto di amplificazione spaccatimpani e poi tante, tantissime taniche di alcol e persino uno stand con tanto di pizzaiolo con forno portatile al seguito.

I carabinieri, dopo una segnalazione pervenuta la stessa notte del 31 avevano bussato alle porte di quel rave abusivo che, vista la musica assordante e la mole di partecipanti, non è stato difficile individuare. Quella stessa notte 152 le persone identificate.

Oggi invece l’accusa di danneggiamento aggravato e invasione di terreni e di edifici scatta per ben 150 persone: avrebbero danneggiato le colture e i muretti a secco della zona.

Soltanto per sgomberare l’area quella stessa notte il Comando Provinciale dei Carabinieri di Brindisi ha attivato tutte le Compagnie dipendenti.

Tutti i partecipanti inoltre saranno proposti all’Autorità competente per l’applicazione della misura di prevenzione personale del foglio di via obbligatorio dal Comune di Francavilla Fontana.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*