Il Codacons contro il decreto Ilva: “Si evacui il quartiere Tamburi e si sequestri la fabbrica”

LECCE- Contro il decreto Ilva e in nome della salute dei cittadini, scende in campo anche il Codacons che in mattinata ha anche espresso il suo disappunto in merito alla decisione del Tar di rinviare l’udienza al 6 marzo. Secondo l’associazione si dovrebbe procedere con la bonifica dell’intera zona, magari evacuando anche il quartiere Tamburi di Taranto e sequestrando la fabbrica. “Bisogna intervenire con i fatti, perché -per il Codacons- è in gioco il diritto costituzionale alla salute delle persone che operano e vivono nel Salento”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*