Attualità

Carpignano Salentino: sotto l’albero, il progetto di un nuovo impianto eolico

CARPIGNANO SALENTINO- Le sorprese in campo energetico non finiscono mai nel Salento. E così sotto l’albero spunta il progetto di un nuovo impianto eolico in provincia di Lecce, precisamente a Carpignano Salentino, dove ce n’è già uno attivo da tempo, dal 2008, della società Eolica Energia srl, da 14 mw e sette pale, che sbucano da una distesa di ulivi e ben visibile da ogni dove. Stavolta, a provarci è la società Tozzi Green Spa, con sede legale a Mezzano, in provincia di Ravenna, molto nota nel Salento: è la stessa che, tramite società collegate, presentò i progetti di megaeolico a Campi Salentina  e Borgagne e della grande centrale a biomasse a Cavallino, tutti bocciati. Fa parte, però, dello stesso gruppo che ha realizzato il tanto contestato parco eolico a Castrì, appena un anno e mezzo fa . Adesso, dunque, tenta la partita poco più a sud, a Carpignano: il 20 dicembre scorso, ha depositato presso la Provincia di Lecce – Servizio Ambiente e Polizia Municipale la documentazione per l’avvio della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale, per la realizzazione di un parco eolico, con una potenza complessiva pari a 17,25 MW. Dovrebbe corrispondere a 8 o 9 pale, ma i dettagli sono ancora nebulosi: “in Comune non abbiamo ancora ricevuto il progetto – spiega il sindaco Paolo Fiorillo – ma solo una richiesta di certificati di destinazione urbanistica. Analizzeremo la situazione dopo Natale”. Ciò che è certo è che la centrale del vento dovrebbe ricadere in località Limbi, Schifi e Fischietti, al confine con Calimera e Martano e opere di connessione da realizzarsi anche in questi due comuni e a Martignano.

Ciò che è certo è anche altro, però: dopo anni di stop, bocciature e inabissamento dei progetti, ultimamente l’eolico sta resuscitando. E sempre in area agricola. E gli appetiti sono soprattutto sul versante grico-levantino: dopo Castrì, un altro parco potrebbe essere realizzato a Zollino e uno ulteriore è pronto a sbarcare, appunto, a Carpignano, dove l’impatto cumulativo con quelli limitrofi già realizzati non potrà essere ignorato.

Articoli correlati

Addio a Riu, il “gorilla triste” di Fasano

Redazione

Presentato alla comunità di Salve il Piano urbanistico generale

Redazione

Polizia locale, controlli straordinari per garantire la sicurezza

Barbara Magnani

Palazzo Carafa “Aperto alle emozioni”: “Benvenuti a casa vostra”

Barbara Magnani

Incontro del MRS, Pagliaro: “Terme punto focale del futuro del territorio”

Barbara Magnani

Screening gratuiti di Confesercenti Brindisi: informazione e formazione

Andrea Contaldi