Antiracket Salento: Gualtieri e Gorgoni nuovamente a casa. Provvedimenti revoche ed esecuzioni

LECCE- Neanche 24 ore  trascorse in carcere e Maria Antonietta Gualtieri e Paquale Gorgoni tornano ai domiciliari. Un’incredibile rimbalzo tra provedimenti, esecuzioni, disposizioni di pm e giudici, che in queste ore sta tenendo impegati gli avvocati di alcuni degli imputati nel processo sull’Antiracket Salento che comincerà il prossimo 8 gennaio. A pesare sono state le nuove accuse confermate dal Tribunale del Riesame e poi dalla Cassazione. Sia la Gualtieri, ex presidente dell’Antiracket Salento, che Pasquale Gorgoni, ex dirigente comunale, erano stati scarcerati lo scorso ottobre dopo la detenzione a Borgo S.Nicola. A difenderli gli avvocati Luigi e Roberto Rella e Amilcare Tana. Mercoledì sera i militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Finanza si sono presentati in casa dei due personaggi chiave nell’inchiesta sui fondi destinati alle vittime di racket e usura e li hanno portati in carcere sulla base dei nuovi provvedimenti cautelari emessi dopo gli appelli al Riesame da parte della Procura. Nel primo pomeriggio è infatti stata trasmessa l’ordinanza che ha sostituito la misura emessa dal gip Maritati dopo le istanze depositate dai legali in mattinata.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*