Comuni ricicloni, nel Leccese c’è solo Copertino. Malissimo Gallipoli e Aradeo

BARI- Dal 2008 ad oggi la raccolta differenziata in Puglia passa dal 12 al 41 per cento ma oltre il 50 per cento dei rifiuti prodotti continua a finire in discarica.

Ad essere premiati come Comuni ricicloni da Legambiente sono 31 enti che hanno superato il 65 per cento di differenziata nel 2016. Nel Salento leccese, solo Copertino, con il 69,9 per cento. Nel Tarantino, Faggiano con il 75,9%, Monteparano con il 72,9%, San Giorgio Ionico e Laterza (con il 68,2%, Crispiano con il 67%, Sava, con il 65,4%, Torricella con il 72,8%. Nel Brindisino, Latiano con il 74%, San Vito dei Normanni con il 69,7%, Erchie con il 70,5%, Mesagne con il 69%, Torre Santa Susanna con il 68,9%, San Michele Salentino con il 67,6%, San Pancrazio Salentino con il 66,1%, Ostuni e Villa Castelli con il 66,2%.

Tra i premi di Seconda Categoria, assegnati alle amministrazioni che, nei primi nove mesi del 2017, hanno raggiunto una media percentuale pari o superiore al 65 per cento, c’è quello che va, tra gli altri, a Leverano con il 70,6%. Menzione Speciale Teniamoli d’Occhio per Galatina con il 62,3%, Francavilla Fontana con il 61,1%, Torchiarolo con il 60,7%, Oria con il 60,5%. Menzione Speciale Start Up per Brindisi, Novoli e Trepuzzi perché negli ultimi mesi del 2017 hanno avviato sistemi di raccolta innovativi, raggiugendo percentuali significative.

Gli indifferenti, ossia le amministrazioni che nel 2016 non hanno raggiunto il 10per cento di differenziata o non hanno effettuato alcuna registrazione sul Portale Ambientale della Regione Puglia, spiccano Alezio, Arnesano, Nardò, Ortelle, Scorrano, Supersano, Surbo, Vernole (non pervenuti), Aradeo con l’8,5%, Gallipoli con il 6,8%.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*