Salvini: “Emiliano si prepari a cambiare mestiere”. E su Tap: “Renzi è alla follia”

BARI – Emiliano? Si prepari a cambiare mestiere. Matteo Salvini torna a Bari per dare appuntamento ai suoi e suonare l’adunata in vista delle prossime elezioni. La prima stoccata è per il governatore di Puglia reo, a suo dire, di non aver dato seguito alle richieste dei cittadini in tema di sanità, welfare e politiche economiche. “Emiliano si goda gli ultimi mesi da governatore della Puglia e poi si cerchi un altro lavoro. Perché – ha aggiunto – non è possibile che ci sia una terra ostaggio delle beghe delle correnti del Pd che litiga sull’Ilva di Taranto, litiga sulla Tap, litiga sulla Sanità. L’unica cosa su cui è d’accordo è l’immigrazione fuori controllo”.

Ma la freccia di Salvini punta dritta anche su Matteo Renzi e sul suo governo. Il motivo è l’emendamento anti-attivisti Tap, ritenuto inammissibile dalla Commissione presieduta dal democratico Boccia, e che avrebbe autorizzato l’arresto di chiunque fosse entrato nel cantiere del gasdotto. “Siamo alla follia – ha commentato il leader del Carroccio – con migliaia di delinquenti a piede libero in Italia, qualcuno si preoccupa di bloccare le manifestazioni o di controllare Facebook. Diciamo – ha concluso – che dalle parti di Renzi hanno perso il controllo“.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*