Palazzo Comi, l’avvocatura leccese consiglia l’annullamento in via di autotutela del bando

LECCE- In merito alla vicenda di Palazzo Comi, l’avvocatura leccese consiglia l’annullamento in via di autotutela del bando. “Il parere dell’Avvocatura -afferma Simone Coluccia Presidente del Comitato Pro-Palazzo Comi “Casa della Cultura”- evidenzia i “gravi vizi” contenuti nel Bando di Gara e sottolinea l’inadeguatezza del “valore oggetto della concessione e, quindi, degli obblighi in materia di pubblicità e di richiesta dell’attestazione SOA. Facciamo notare che tale parere è datato 6 Aprile 2017 e che quindi sono passati diversi mesi dal momento in cui è stato trasmesso agli uffici richiedenti. A questo punto restiamo in attesa di conoscere il contenuto della relazione che la Soprintendenza Archivistica di Bari ha prodotto in seguito alla visita tenutasi a Palazzo Comi lo scorso 18 luglio, certi che arriveranno ulteriori indicazioni di tutela nei confronti dei Casa Comi e del prezioso patrimonio in essa contenuto”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*