Presentazione del libro “Come le Rose a Maggio” di Antonello D’Ajello a Collepasso

COLLEPASSO (Lecce) – Sarà presentato sabato 2 dicembre 2017, alle ore 18.00, presso la sala consiliare del Comune di Collepasso in via C.Battisti,16 il libro d’esordio di Antonello D’Ajello dal titolo “Come le rose a maggio – Una storia vera” (ArgoMenti Edizioni).

L’evento è patrocinato dal Comune di Collepasso, e realizzato con il sostegno dell’Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule (A.I.D.O), la Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue (F.I.D.A.S) e Cuore amico-Progetto Salento solidarietà.

Nel corso dell’appuntamento dialogherà con l’autore l’avvocato Nadia Delle Side. Durante la serata si alterneranno le letture di alcuni brani del volume, affidate all’attrice Lola Giuranna e Marta Mastria.

L’opera autobiografica di D’Ajello racconta la terribile esperienza che ha cambiato la vita in primo luogo al figlio Matteo, 15enne all’epoca dei fatti, e poi all’intera famiglia. Tutto ebbe inizio il 26 dicembre del 2012 in un clima natalizio che aveva visto riunita la famiglia e l’arrivo dei parenti. Ma Matteo, una volta rientrato a casa improvvisamente sta male: è entrato nella sua vita il “Mostro”, una rara forma di encefalite sviluppatasi dal virus della mononucleosi.

Da qui l’inizio di un percorso duro e faticoso: 16 giorni di coma profondo, poi il risveglio, 55 giorni in Rianimazione all’ospedale di Lecce, sette mesi a Roma, poi il ritorno a Gallipoli e l’inizio di una terapia riabilitativa.

Il volume, che affronta il tema della disabilità, è un carosello di emozioni: paura, tristezza, senso di impotenza, ma soprattutto speranza. Quella di un genitore, che nonostante momenti di disperazione, lotta con forza e tenacia per la felicità di suo figlio Matteo, senza mai abbandonare il desiderio che possa presto tornare a reggersi sulle proprie gambe.

 

Biografia

Antonello D’Ajello nasce a Gallipoli (Le) nel 1963 ed affronta mille difficoltà esistenziali e lavorative finché scopre la vena letteraria che lo spingerà a trascrivere su carta la toccante esperienza della malattia e della disabilità dell’amato figlio Matteo.

“Come le rose a Maggio” è il suo romanzo di esordio.

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*