Il teatro salentino sul palcoscenico russo per rappresentare l’arte contemporanea d’Italia

LECCE- Sarà il Salento, tramite i Cantieri teatrali Koreja e la sua “Operastracci”, a rappresentare “l’arte contemporanea d’Italia nel palcoscenico russo, contribuendo all’affiatamento e all’arricchimento reciproco delle culture”, venerdì, nell’ambito del VIII Festival internazionale della danza contemporanea “NA GRANI”.

Si svolgerà a Ekaterinburg (Russia), polo riconosciuto della danza contemporanea russa, al confine fra l’Europa e l’Asia. Il Festival raccoglie tutto quello che c’è di nuovo ed insolito nell’ambito della coreografia, ma non solo. Si incentra sui progetti realizzati sul confine fra le varie arti: danza e teatro, danza e musica contemporanea, danza e media ed ha un forte valore educativo perché, oltre alle performance, il programma prevede master-class e presentazioni aperte, incontri, discussioni e tavole rotonde.

Al Festival partecipano performer e compagnie provenienti da Francia, Finlandia, Svizzera, Germania, USA, nonché dalle città russe di Mosca, San Pietroburgo, Kazan, Celyabinsk, Perm e Omsk.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*