Via libera dal Consiglio di Stato: c’è il contratto del nuovo servizio raccolta rifiuti

GALLIPOLI- Firmato il contratto del nuovo servizio di raccolta dei rifiuti nei Comuni di Gallipoli, Alliste, Melissano, Racale e Taviano. Lo ha deciso il Consiglio di Stato che ha confermato l’aggiudicazione in favore della società Gial Plast di Taviano dell’appalto settennale da 50 milioni di Euro, respingendo l’appello cautelare della società abruzzese Tekneko. Sono state accolte le tesi dell’Avv. Luigi Quinto nell’interesse dell’impresa vincitrice e dell’Avv. Domenico Mastrolia per il Comune di Gallipoli, che si sono opposti ai rilievi del secondo classificato che chiedeva l’esclusione della ditta Gial Plast perché si era avvalsa di una impresa, la Camassambiente di Bari, colpita da informativa antimafia durante l’espletamento della gara. I Giudici Amministrativi, richiamando un recente pronunciamento dello stesso Consiglio di Stato, hanno confermato l’aggiudicazione disposta dalla commissione di gara, evidenziando che la normativa italiana e comunitaria consente dal 2011 la sostituzione dell’impresa colpita da informativa antimafia, anche qualora l’interdizione si verifichi nel corso dello svolgimento della gara. Dopo due anni dall’indizione della gara, i Comuni dell’ARO/11 non dovranno più ricorrere allo strumento della proroga per assicurare lo svolgimento del servizio, ma potranno avvalersi del gestore unico e del sistema di raccolta “portata a porta” sull’intero territorio.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*